Cappella Musicale del Duomo di Modena *1453*

Cappella Musicale del Duomo di Modena *1453*

Notizie xxv-stagione-concertistica

XXV Stagione Concertistica

Mercoledì 20 Dicembre 2017

XXV Stagione Concertistica

UNA STAGIONE MOLTO SPECIALE
La XXV Stagione Concertistica del Duomo si presenta con interessanti appuntamenti, caratteristiche uniche e ambiziosi progetti formativi.

E' prerogativa di una direzione artistica attenta la capacità di innovarsi pur restando fedele a una tradizione consolidata e apprezzata e di ideare una stagione che non sia un mero susseguirsi di eventi tout court.
 
Nel panorama concertistico non sarà l'unica, ma di certo risponde a queste caratteristiche la direzione artistica della Stagione Concertistica del Duomo 2017/2018, affidata al maestro Daniele Bononcini, che del duomo è anche organista titolare e maestro di cappella.
 
Giunta alla XXV Edizione propone quest'anno 11 concerti eseguiti alternativamente in Cattedrale, in S. Giovanni e all'Istituto Diocesano di Musica Sacra.
Le tre differenti sedi segnano di per sé una novità e iniziano a spiegare la particolarità della Stagione: la cattedrale ospiterà i concerti con organici importanti (come il consueto concerto di Santo Stefano il 26 dicembre), l' Auditorium Benedetto XVI dell'Istituto di Musica quelli con organici cosiddetti “da camera” (ad esempio il recital del 20 dicembre con protagonista Francesca Provvisionato), infine la Chiesa di San Giovanni gli appuntamenti più raccolti che alla musica affiancano meditazioni spirituali (25 marzo, 15 aprile e 13 maggio, la domenica pomeriggio).
 
A logistica e struttura dei concerti si affianca una seconda e di gran lunga più significativa particolarità: l'idea lungimirante e coinvolgente di dare alla Stagione un profilo formativo e didattico.
In calendario infatti ci sono tre concerti, due che prevedono un corso di alcune settimane e un seminario preparatori (il concerto di Canti gregoriani e improvvisazione organistica del 21 marzo e il Magnificat di Bach il 30 maggio); e uno strutturato come una lezione (“Riverberi Bachiani” il 24 gennaio). I primi due eventi che rispettivamente fanno parte delle Settimane Gregoriane e Settimane Polifoniche prevedono il coinvolgimento dell'Istituto Diocesano di Musica Sacra, di cui Bononcini è direttore, e il lavoro sinergico tra coristi della Cappella Musicale del Duomo, iscritti alla Scuola di musica e musicisti, che per alcune settimane studieranno insieme il repertorio. Nel caso delle settimane Gregoriane oltre al corso ci sarà anche un Seminario tenuto dai Monaci Benedettini di Norcia, che guideranno nello studio in una due giorni di approfondimento, integrato a momenti di preghiera e liturgia.
Sempre con un intento formativo, ma di genere più teologico, anche i tre Concerti Spirituali eseguiti in S.Giovanni, una sorta di brevi esercizi spirituali in parole e musica, che coinvolgeranno gli Juvenes Cantores del Duomo e don Paolo Notari.
 
“E' un programma per certi aspetti complesso – dichiara Daniele Bononcini e per altri ambizioso, ma che sono fiducioso possa accogliere il gradimento degli abituali frequentatore del duomo e dei nostri concerti. Nell'ideare il programma ho dovuto anche tenere in debita considerazione gli imponenti lavori di restauro che al momento interessano la cattedrale e condizionano l'uso degli spazi, l'acustica e l'agibilità. Ma confesso che gli evidenti limiti che tale situazione comporta sono stati per me una sfida e un motivo di maggior impegno per mettere in piedi una stagione interessante e coinvolgente”
 
Come per il passato anche quest'anno la realizzazione della Stagione Concertistica è stato resa possibile dalla generosità degli sponsor, a partire dagli Istituti bancari, la Bper Banca, il Banco San Geminiano e San Prospero, la Fondazione Cassa di Risparmio; dalle aziende modenesi Aceto Balsamico del Duca e Clal.
 

« mostra tutte le notizie
background