Cappella Musicale del Duomo di Modena *1453*

Cappella Musicale del Duomo di Modena *1453*

Notizie xxvi-stagione-concertistica-2018-2019

XXVI Stagione Concertistica 2018/2019

Martedì 13 Novembre 2018

XXVI Stagione Concertistica 2018/2019

UNA STAGIONE RICCA DI OPPORTUNITA'

Sale il sipario sulla XXVI Stagione Concertistica del Duomo: repertori importanti, grandi nomi del panorama musicale italiano accanto a musicisti emergenti e giovani cantanti. Si conferma la vocazione formativa della direzione artistica.

Non è mai scontato presentare il programma concertistico della cattedrale modenese, né accoglierlo con superficialità da parte del pubblico. Esso infatti di anno in anno lascia trasparire con sempre maggiore chiarezza il disegno a lungo termine che lo ispira e che in filigrana si era intravisto già nelle stagioni passate.
Il progetto della direzione artistica del maestro Daniele Bononcini, condiviso dalle Istituzioni Ecclesiastiche Diocesane e dagli sponsor che ne garantiscono la realizzazione, primo fra tutti la Bper Banca, guarda lontano e si fonda su alcuni principi fondamentali: la divulgazione della musica sacra attraverso i singoli concerti abbinati a iniziative di approfondimento, l' apertura nei confronti delle nuove generazioni di musicisti e cantanti e l'unione forte con la tradizione concertistico-musicale della cattedrale.
Non solo. Nella ideazione del programma risulta inscindibile il legame tra il Duomo e le istituzioni musicali che lo animano (la Cappella Musicale e i 4 cori di cui è composta), l'Istituto Diocesano di Musica Sacra (Idms), che dall'estate di quest'anno gode ufficialmente del Patrocinio del Pontificio Istituto di Musica sacra di Roma (Pims), una sinergia con potenzialità enormi e, infine, il Conservatorio cittadino “Vecchi-Tonelli”.
“Siamo una realtà complessa – dichiara il maestro Bononcini che è anche maestro di cappella, organista titolare del duomo e direttore dell'Idms – e occorre una buona dose di paziente passione per comprendere e dare il giusto valore ai nostri concerti, che mescolano grandi nomi di fama internazionale, giovani emergenti, studenti di conservatorio e coristi dilettanti in formazione continua. Non è facile crescere, aprirsi alle realtà emergenti, innovare, restando nel solco della tradizione e soprattutto uscire dall'idea prevalente del semplice concerto/evento, per lavorare guardando al futuro e realizzare un progetto culturale di ampio respiro".
Tali premesse incuriosiscono e collocano i 15 appuntamenti in calendario in un'atmosfera del tutto particolare.
Ritornano nella programmazione i Vespri d'organo, mezz'ora di musica a preludio del Vespro, in calendario nelle 4 domeniche di Avvento e nelle 5 domeniche di Quaresima alle ore 17. L'edizione di quest'anno vedrà la collaborazione con il Conservatorio Vecchi-Tonelli: il maestro Bononcini all'organo sarà affiancato di volta in volta da singoli strumentisti e/o cantanti, allievi del triennio.
Il primo concerto della Stagione è in calendario il 21 novembre, giorno di Santa Cecilia, e si terrà in IDMS (via Tamburini 96) alle ore 21 e si esibiranno due organisti emergenti, Francesco Gibellini e Davide Zanasi, che separatamente proporranno una vera e propria antologia della letteratura organistica dal medioevo a oggi.
Seguiranno, imprescindibili per la tradizione della cattedrale, i consueti concerti di Santo Stefano, il pomeriggio del 26 dicembre, che propone il Magnificat e parti della Messa in Si minore di Bach e il Concerto di San Geminiano, il 2 febbraio alle ore 21, in collaborazione con l'Ascamn (Associazione Scholae Cantorum Arcidiocesi di Modena e Nonantola). Questo concerto sarà l'occasione per festeggiare la fine dei lavori di consolidamento che hanno “impegnato” il duomo nei mesi passati; ha in programma l'esecuzione di un'opera inedita del maestro Luca Colombini intitolata per l'appunto “Il Duomo e san Geminiano”.
Il 10 aprile alle ore 21 saranno protagonisti Pueri e Juvenes Cantores della cattedrale con un concerto di musiche di Santucci e Fauré, con Giuseppe Monari all'organo.
Gli ultimi due appuntamenti (8 maggio e 22 maggio) rappresentano il clou della Stagione e sono un vero e proprio fiore all'occhiello per la cattedrale cittadina. Ne saranno protagonisti due grandi maestri della musica organistica italiana: Roberto Marini e p. Theo Flury. Entrambi docenti del Pontificio Istituto di Musica sacra di Roma, eseguiranno il primo musiche di Bach, Reger, Duruflé e Vierne (di quest'ultimo autore la Messe solennelle op.16 eseguita insieme alla Cappella Musicale del Duomo); il secondo musiche di Franck e Improvvisazioni su temi gregoriani proposti dalla Schola Gregoriana del Duomo.
Accanto alla programmazione strettamente concertistica sin qui descritta, in collaborazione con l'Idms e il Pims, si terranno tre giornate di approfondimento con precise finalità di studio e formazione.
Tali giornate hanno lo scopo di preparare all'esecuzione dei concerti che coinvolgono la Schola Polifonica e la Schola Gregoriana della Cattedrale, anche se, previa audizione, iscrizione e secondo le modalità indicate dalla direzione dell IDMS, potranno prevedere la partecipazione anche di coristi e
musicisti esterni.
Ecco le giornate in dettaglio: il 23 febbraio il Prof. F.K.Prassl (Pims) si dedicherà allo studio e all'analisi della liturgia delle domeniche di Quaresima; il 4 maggio il Prof. W. Marzilli (Pims) terrà un seminario in preparazione dell'esecuzione della Messe Solennelle di Vierne; il 18 maggio il Prof. G. Conti (Conservatorio di Lugano) analizzerà e approfondirà i temi del concerto del 22 maggio incentrato su temi mariani.
Anche quest'anno la realizzazione della Stagione Concertistica è stata resa possibile dalla generosità degli sponsor, a partire dagli Istituti bancari, come si è scritto all'inizio la Bper Banca, main sponsor, e la Fondazione Cassa di Risparmio; l'azienda modenese Aceto Balsamico del Duca, che da sempre finanzia in modo esclusivo il Concerto di Santo Stefano.
Per il dettaglio dei singoli concerti, dei programmi, degli esecutori, dei luoghi e degli orari, si rimanda al Calendario generale allegato.

« mostra tutte le notizie
background